A BERGAMO E’ ORMAI TRA POCO PRIMAVERA: RIFATE IL CAPPOTTO ALLA VOSTRA CASA!!!

A BERGAMO E’ ORMAI TRA POCO PRIMAVERA: RIFATE IL CAPPOTTO ALLA VOSTRA CASA!!!

CAPPOTTO TERMICO: CHI PIU’ SPENDE, MENO SPENDE!

Il cappotto termicoE’ arrivato il freddo…la vostra casa è ben coibentata termicamente?
E’ un’utile domanda da porsi, in quanto se la risposta è affermativa, vi permette di avere un gran risparmio energetico, con conseguente riduzione dei consumi.

Ma piu’ precisamente, cos’ è il cappotto e dove si applica?
Partiamo spiegando che si tratta di una pratica utilizzata, per isolare la vostra abitazione e quindi proteggersi dagli sbalzi di temperatura, in modo che d’inverno non si disperdi il calore e d’estate si mantenga il fresco nell’abitazione.

Ci sono due differenti tipi di cappotto:

CAPPOTTO INTERNO

Se scegliete di fare il cappotto interno, il materiale isolante verrà applicato all’interno dell’abitazione, con conseguente riduzione degli spazi abitabili.

Inoltre, si è obbligati a lasciare libera la parte interessata per tutta la durata dell’intervento.

Questo metodo viene di solito utilizzato da chi non ha possibilità di agire esternamente, perché legato da vincoli o perchè abita in condominio.

Isolare l’abitazione internamente, costerà sicuramente meno, ma resterebbero comunque problemi di muffe o condense e non vedreste ridotti significativamente i consumi energetici; tutto questo, perché isolando dall’interno, la temperatura varia velocemente, ma non verranno mai eliminati completamente i ponti termici che comportano dispersione del calore.

CAPPOTTO ESTERNO

Il cappotto esterno, è la pratica piu’ presa in considerazione. La procedura consiste nell’applicazione di pannelli isolanti alle pareti perimetrali della casa. Al contrario del capotto interno, non riduce gli spazi abitabili e non bisogna lasciare libera l’abitazione, in quanto il lavoro è predisposto all’esterno e di conseguenza svolto senza troppi problemi organizzativi.

Ovviamente la sua funzione è quella di isolare termicamente tutta la casa, eliminando ponti termici e problemi connessi.

D’inverno le pareti protette conserveranno il calore, mentre d’estate la casa rimarrà fresca, riducendo quindi notevolmente i costi energetici.

QUINDI PONETEVI LA DOMANDA: CHI SPENDE DI PIU’, SPENDE MENO?
Sicuramente SI’.
Scegliete accuratamente i materiali che volete siano utilizzati, il costo della posa (che deve essere fatta con la giusta tecnica e accuratezza), perché il vero investimento relativo al cappotto della casa è il risparmio energetico di cui gioverete per tantissimi anni, assicurando a voi stessi un comfort eccezionale!